Via valle dei prati 7/B, Montelibretti, 00010 (RM)
+39 3319504139
freeclubfactory@gmail.com

ARTISTI

Music is sharing

ROSTER FCF

ANTONELLO D’ANGELI

Antonello D’Angeli durante la sessione di shooting FCF

Biografia

Antonello D’Angeli, classe ’93 è un cantautore e chitarrista romano. Conosce la passione per la chitarra all’età di quindici anni, frequentando dapprima la scuola di musica comunale di Passo Corese, poi studiando da autodidatta. Inizialmente influenzato da gruppi di stampo metal, quali System Of A Down e Metallica, approfondisce poi musicalmente la poesia e la musica di Fabrizio De André, uno dei suoi massimi riferimenti; l’amore per il cantautore è molto forte e grazie all’ascolto dei suoi album conosce il progressive rock. Negli anni del liceo, con uno dei suoi professori Paolo Formichetti, forma la suo prima band, i “Rocking Goats”. Negli anni dell’università crea insieme a Filippo Labate (voce e chitarra classica) e Alessandro Monzi (violinista Area765, ex Ratti della Sabina) la cover band “Il Regno dei Ragni”, dedicata a Faber; nel 2014, grazie all’incontro con Leonardo Angelucci, entra nella band progressive rock “Lateral Blast”, suonando come chitarrista nel tour di presentazione del primo album “I am free” e contribuendo, nel 2016, alla scrittura del secondo lavoro “La luna nel pozzo”. Il tour di questo album lo porterà su palchi quali Auditorium Parco della Musica nell’evento del TedX – Sperimentare i suoni , Radio Rock, Wishlist, Umbria Folk Festival, Pistoia Blues e molti altri. Quasi in parallelo, nel 2015, grazie alla sua amicizia con Valerio Atturo e Alessio Simonetti, nasce “Il Battello Ebbro”, progetto di stampo progressive rock, psichedelico e cantautorale. Nel Novembre del 2017 al Jailbreak presenta con la band l’album “Non so essere altro che vento”, prodotto da Valerio Atturo, registrato in parte nello studio di registrazione “So-Palco” di Paolo Molinari e masterizzato da Fabrizio De Carolis. Tra il 2017 e 2018 entra a far parte dei “Flowing Chords”, progetto corale nato dalla collaborazione di alcuni studenti della Saint Louis College of Music sotto la direzione del M° Margherita Flore. L’entrata nel coro (sezione bassi), gli dà esperienza vocale e rafforza il suo concetto di coesione di un gruppo. Nell’estate del 2018 esce il loro primo EP, nel quale Antonello D’Angeli registra la voce per la cover di Faber “Dolcenera”. Inoltre alla fine dello stesso anno è coinvolto come chitarrista acustico nel progetto solista di Daniele Coccia Paifelman, cantante de “Il Muro del Canto”, portando in giro il disco “Il cielo di sotto” e come chitarrista elettrico nel progetto solista di Leonardo Angelucci, con l’uscita prima dell’EP “Contemporaneamente” e poi del disco “Questo Frastuono immenso”. Nel febbraio del 2019 il cantautore comincia per necessità a scrivere i suoi primi testi, e ad arrangiarli insieme a Valerio Atturo (chitarra elettrica e cori), Mauro Cola (batteria e cori), Emiliano Venanzini (basso) e Alessandro Marinelli (tastiera e fisarmonica), dando così origine al suo progetto solista. Il genere è prettamente cantautorale, in lingua italiana, influenzato dagli ascolti di Fabi, Gazzè, Silvestri, De Andrè, Ivan Graziani, ELP, PFM, Banco del mutuo soccorso. Presso l’etichetta discografica Free Club Factory registra il suo primo singolo, dal titolo “Indelebile” in uscita il 21 giugno 2019.

LEONARDO ANGELUCCI

Scatto FCF durante il live ad ARTErie dell’ultimo tour estivo di Leonardo Angelucci

Biografia

Leonardo Angelucci nasce a Roma nel 1991. Inizia a studiare musica a sette anni e viene quasi subito sedotto dalle sei corde di una chitarra acustica. Crescendo coltiva, con i suoi coetanei, i primi progetti: nel 2011 pubblica “Nightbus”, album originale della sua prima rock band “Black Butterfly”; nel 2014 pubblica “I’m free” con la prog-rock band “Lateral Blast”, seguito, nel maggio 2016, da “La luna nel pozzo”.

Inizia a lavorare sul suo progetto solista alla fine del 2016. Registra e produce presso il Freedom Recording Studio “Contemporaneamente”, il suo primo ep, che esce a maggio 2017 per la Alka Record Label di Ferrara e contiene cinque brani inediti.

Dopo tre videoclip, il Premio del Pubblico al Roma Videoclip con “Capigliatura” e tantissimi concerti in tutta Italia, vince il premio Indie al ponte e il contest su Lucio Battisti, guadagnando la partecipazione a due serate del MEI di Faenza.

Durante il 2017 suona in apertura a Coez, Giorgio Canali, Roberto Billi, Daniele Coccia Paifelman, Leo Pari e molti altri. In autunno parte in tour con Daniele Coccia Paifelman, cantautore folk e leader della storica folk band romana Il muro del canto, come chitarrista elettrico. Insieme alla band, portano in tour il primo disco di Coccia, “Il cielo di sotto”.

Leonardo Angelucci entra in studio alla fine del 2017 per registrare il suo primo album, sotto la direzione artistica di Manuele Fusaroli, noto produttore della scena indipendente nazionale (The Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti, Nada, Luca Carboni, Motta, Nobraino, Le luci della centrale elettrica, etc.) e Massaga Produzioni.

A febbraio 2018 è tra i 60 selezionati per le audizioni Live di Musicultura, su più di 800 iscritti; a marzo viene selezionato tra i 150 musicisti finalisti del contest 1M Next, che porta artisti indipendenti sul palco del Primo Maggio a Roma. A settembre conclude il “Breakin The Summer Tour”, con più di 500 ep venduti, una ristampa in deluxe edition e quasi 100 concerti in tutta Italia.

Il 19 ottobre è uscito “Questo frastuono immenso”, l’album di debutto. Il disco è stato anticipato, ad agosto, da “Sedile posteriore”, il primo singolo estratto.

Da ottobre è in tour promozionale in tutta Italia, pubblica quattro videoclip estratti dal disco e raggiunge ottimi risultati promozionali con il nuovo videoclip di “Un’altra canzone” in anteprima su Repubblica.it dopo la presentazione su Rai Radio 1.

FABIO MANCINI

Fonte: dalla copertina FB della pagina ufficiale di Fabio Mancini

Biografia

Fabio Mancini, giovanissimo artista (classe ’93) si avvicina alla musica sin da piccolo, lasciandosi influenzare positivamente da suoni e melodie Afro-Americane fino a quelle del Blues Italiano. Negli anni seguenti (2011-2012), l’artista si avvicina al mondo del Rap ed instaura un rapporto musicale eccezionale con gli artisti più in voga della provincia romana. Nel 2011, collabora con il noto rapper Tedua (Sony), insieme al Rapper romano Metrica, in un singolo R&B, raggiungendo un discrete successo nel Nord Italia. Negli ultimi anni spesi in Italia, prima di trasferirsi in Australia (2014), Fabio Mancini partecipa ad eventi/concerti insieme al frontman dei Lateral Blast, Leonardo Angelucci, proponendo brani originali e cover Blues & Soul che hanno sempre fatto apprezzare il duo grazie alle loro performance animate e coinvolgenti per gli ascoltatori. Nel 2017 in Australia (Adelaide) pubblica il suo primo lavoro discografico da solista : “From Another City”. Collabora con vari musicisti come : Danilo Colloca (Chitarre), Giuseppe Santangelo (Sax), Ulviya Salayeva (co-writing/USA), Fabio Tranquilli (Batterie), Paolo Molinari (So-Palco Studio), Julian Barnett (JBarnett Studio/AUS) con la produzione di Paolo Rebellato (Moonlike Production). L’Ep interamente registrato tra l’Italia e l’Australia, è nato dal desiderio dell’artista romano di unire tutti attraverso la musica, abbattendo così, lontananze e differenti idee musicali. Nel 2018 torna in Italia e insieme alla produzione artistica del cantautore Leonardo Angelucci e di Free Club Factory lavora alla realizzazione del suo nuovo progetto, in lingua Italiana, contenente tutte le sue influenze musicali maggiori di matrice soul/blues, ma comunque rivelando un sound moderno e accattivante che bene si colloca nel panorama della produzioni di pop music contemporanea

LATERAL BLAST

I Lateral Blast sul palco dell’Umbria Folk Festival in piazza ad Orvieto

Biografia

I Lateral Blast sono una rock band italiana di musica sperimentale, con un repertorio che affonda le radici nella tradizione del progressive rock, mescolandolo ad influenze più moderne. Ne risulta un sound eclettico che si adatta facilmente agli standard dei giorni nostri. Questo grazie alla volontà della band di sperimentare sonorità sempre nuove, non disdegnando l’ispirazione di generi “classici” ed affidandosi allo stesso tempo ad un ascolto che guarda al presente.

Line Up:

Leonardo Angelucci: Voce, Chitarra Elettrica
Rosa Zumpano: Voce, Flauto Traverso
Antonello D’Angeli: Voce, Chitarra Acustica
Matteo Troiani: Basso
Tommaso Guerrieri: Batteria, Percussioni
Alessandro Ippoliti: Tastiere, Keytar

www.lateralblast.it

IL BATTELLO EBBRO

Fonte: pagina FB ufficiale della band

Biografia

Il progetto nasce nel Gennaio 2015, da un’idea del cantante Alessio Simonetti, condivisa con le due future chitarre del gruppo: Valerio Atturo e Antonello D’Angeli.I tre, che già si conoscevano per aver fatto parte di alcuni progetti locali, si ritrovarono a frequentare e a suonare nello stesso circolo culturale sabino.
Da questo contatto nacque l’idea di provare a realizzare un progetto nuovo, assolutamente inedito, rock ma con molte influenze; vennero così coinvolti nel progetto anche il bassista Emiliano Venanzini, il batterista Mauro Cola ed il violinista Alessandro Monzi (Area765, I Ratti della Sabina).

Origine del Nome:Già dai primi incontri del gruppo venne deciso il nome “Il Battello Ebbro, dall’omonima opera di Arthur Rimbaud, volendo porre in risalto la metafora del viaggio.
Un viaggio che, come spiega il Poeta, è necessario intraprendere all’insegna delle esperienze più estreme, atte a sconvolgere i sensi per raggiungere lo stato di “veggente” (Il poeta, spiega lo scrittore, deve essere disposto a diventare “il grande maledetto“, per raggiungere l’ignoto, seppure con il rischio di smarrirsi in esso).
Allo stesso modo, metaforicamente, il gruppo si getta nello sconfinato mare (musicale) in tempesta senza rotta alcuna, lasciandosi guidare, come un “vascello ubriaco”, dai flutti violenti verso l’ignoto.

Il primo album: “Non so essere altro che vento” (2017)Nell’autunno del 2016 la band inizia le pre-produzioni del proprio primo lavoro in studio “Non so essere altro che vento“, un album autoprodotto di 9 tracce, anticipato con interviste in radio in fm e web radio e presentato dal vivo con un release party al Jailbreak di Roma il 17 Novembre del 2017.
Dal primo disco viene estratto il singolo “Al Mattino” a cui viene dedicato un videoclip, diretto da Midria e presentato in diretta al Monday Rock Live su Radio Rock 106.6 il 30 Aprile 2018.

Il lavoro è composto da 9 brani nati indipendentemente, ma che si legano nella maniera più naturale gli uni con gli altri, grazie ad una chiave di lettura facilmente applicabile che veste le canzoni dello stesso vestito, pur avendo corpo e significato spesso differenti.

Alle registrazioni hanno partecipato il maestro Giuseppe Cetorelli ai sassofoni e Chiara Imbasciati al flauto traverso.
Il missaggio e parte delle registrazioni (voci e batteria) sono state effettuate preso il So-palco Studio dell’ingegnere del suono Paolo Molinari, il resto è stato registrato con mezzi autonomi sotto la supervisione del chitarrista Valerio Atturo.
Il Mastering è stato effettuato presso il Reference Mastering Studio di Fabrizio De Carolis, mentre la copertina dell’album è un’opera di Emanuele Marsigliotti.

La formazione attuale:

Il gruppo subisce un cambio di formazione quando all’inizio del 2019, per motivi lavorativi, il violinista Alessandro Monzi deve a malincuore lasciare il progetto.
La band, tuttavia, con un ancor più forte desiderio di suonare e comporre, aggiorna così la formazione grazie alle sapienti mani dei fratelli: Alessandro Alvetreti (Tastiere) e Riccardo Alvetreti (Violino).

  • Alessio Simonetti – Voce
  • Valerio Atturo – Chitarra Elettrica
  • Antonello D’Angeli – Chitarra Acustica, Chitarra Elettrica
  • Alessandro Alvetreti – Tastiere, Piano
  • Riccardo Alvetreti – Violino
  • Emiliano Venanzini – Basso Elettrico
  • Mauro Cola – Batteria

ELETTRA

Scatto in studio durante lo shooting FCF di Elettra

Biografia

Classe 1991. Nata e cresciuta nella provincia romana. Muove i primi passi nella musica proprio con i piedi! Il suo primo amore: la danza. Ma per ogni primo amore c’è una prima delusione. Dopo un paio di tiri di box, giusto per sfogarsi, si avvicina in punta di piedi al canto. Prima le lezioni private, poi qualche serata di piano bar, poi ancora l’esigenza di fare sul serio. Nel 2011 entra nell’Accademia Bottega del Suono di Marcello Cirillo, grazie al quale ha l’enorme occasione di vivere il vero palco, come corista, girando l’Italia in un tour estivo. Lo scricchiolio del legno, il sound check, i km di autostrada, l’ansia pre concerto e la smisurata voglia di risalire sul palco post concerto: il suo habitat naturale. Nel 2014 diventa la frontwoman nella cover band i “Monkey Blues”, grazie alla quale ha finalmente la possibilità di confrontarsi con la sfacciata verità, l’estrema malinconia e l’ironico rancore del Blues, sentendosi subito a casa. Ed è proprio dall’incontro e dalla pura passione per questo genere musicale, per le sue regole non scritte che ti costringono ad essere te stesso, che nasce in lei l’esigenza di scrivere e portare su un palco proprio se stessa. Nel 2017 entra nell’Accademia Spettacolo Italia, dove ha la possibilità di perfezionare la tecnica canora e lo stile vocale con il maestro Fulvio Tomaino e, parallelamente, di sperimentare nuove forme di scrittura creativa con i maestri Massimo Calabrese e Jacopo Ratini. Nello stesso anno partecipa al concorso “Premio Piero Calabrese”, classificandosi al quarto posto. Nel 2017 il fortunato incontro con il cantautore Leonardo Angelucci, con il quale è attualmente impegnata a lavorare in studio per le pre produzioni del suo primo EP, che andrà a registrare in autunno 2018 a Ferrara, per l’etichetta indipendente Alka Record Label.
Dice di lei che si sente “nera a metà”, che guarda l’orologio sempre alle 17:17, che ama ascoltare il rumore del silenzio, che trascrive gli sbagli e li chiude in accordi, che misura tutto al grammo, che è morta e poi risorta, che non è in grado di scrivere una biografia che non ha, che vorrebbe solo salire su un palco per raccontare la vita con gli occhi di..un gatto nero

PROPONI LA TUA MUSICA!

Invia un link nel testo della mail e lascia i tuoi riferimenti, ti ricontatteremo a breve per darti la nostra opinione e valutare una collaborazione.